11 Marzo divieto della UE contro i test sugli animali!!!!


Secondo post della giornata per informarvi di una bella novità!!

A partire dall’11 Marzo, chiunque desideri vendere nuovi prodotti ed ingredienti cosmetici nell’Unione Europea non dovrà averli testati sugli animali, in qualunque parte del mondo. Il divieto riguarda tutti i cosmetici, compresi i prodotti per l’igiene e la cura del corpo e quelli di bellezza, dal sapone al dentifricio.




Questa vittoria arriva dopo 20 anni di campagne svolte da The Body Shop e l’organizzazione non-profit Cruelty Free International!

Paul McGreevy, Direttore del Reparto Valori Internazionale di The Body Shop, ha rivolto un pensiero ai clienti che hanno sostenuto per tantissimi anni le campagne contro i test cosmetici sugli animali realizzate dall’azienda. Ha detto: “Questo straordinario risultato in Europa è solo il primo capitolo. Il futuro del mondo della bellezza deve essere cruelty free.”

Ecco quali sono state le principali tappe:

1898 – Viene fondata l’Unione Britannica per l’Abolizione della Vivisezione (BUAV) con l’obiettivo di realizzare campagne contro ogni forma di sperimentazione sugli animali.

1973 – La BUAV porta per la prima volta all’attenzione del pubblico il problema dei test cosmetici sugli animali.

1990 – La BUAV fonda la Coalizione Europea per la Cessazione dei Test Cosmetici sugli Animali (ora Coalizione Europea per la Cessazione degli Esperimenti sugli Animali, ECEAE) alleanza delle principali organizzazioni animaliste Europee formatasi con lo scopo di porre fine ai test sugli animali per i cosmetici nella UE.

1991 – La BUAV e la ECEAE organizzano una marcia ed un raduno internazionali a Bruxelles ed un tour che tocca i diversi paesi europei per chiedere ai MEP di votare per far cessare i test sugli animali per i cosmetici.

1993 – The Body Shop lancia una campagna in tutta Europa per porre fine ai test sugli animali per i cosmetici nella UE.

1996 - Anita Roddick, fondatrice di The Body Shop, si unisce ai membri della ECEAE, i MEP e Chrissie Hynde, presentando alla Commissione Europea una petizione contenente 4 milioni di firme per chiedere la cessazione dei test cosmetici sugli animali.

2004 – Entra in vigore in Europa il divieto di testare i prodotti finiti (ma non gli ingredienti) sugli animali.

2009 – Testare ingredienti cosmetici sugli animali diviene illegale in tutti i paesi della UE, così come la vendita e l’importazione nella UE di ingredienti testati sugli animali per essere utilizzati nei cosmetici. Tuttavia sono stati autorizzati tre test sugli animali, per permettere la convalida di test alternativi.

2011 - La BUAV ed i suoi partner Europei lanciano la campagna No Cruel Cosmetics per chiedere l’entrata in vigore del divieto di importazione così come previsto, senza ritardi o deroghe.

2012 – The Body Shop sostiene il lancio di Cruelty Free International da parte della BUAV. Insieme attuano una campagna per chiedere il divieto globale dei test cosmetici sugli animali.

11 Marzo 2013 – Entra in vigore un divieto completo dei test sugli animali per i cosmetici nella UE.

Questa notizia mi ha reso davvero felice!!!
Finalmente potremo acquistare prodotti senza rischiare di incrementare le casse di aziende che praticano violenza sugli animali!

Tutto ciò vuol dire che diversi brand, da marzo, avranno seri problemi con i loro prodotti quindi, vedremo cosa accadrà...

Etichette: ,